Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Caserma carabinieri Pinerolo. La paura fa 90. Il sindaco trova 350mila euro per la Modignani

18/06/2015 19:46

Caserma Carabinieri: faccia a faccia tra il sindaco di Pinerolo e quello di Osasco. Adesso spuntano 350.000 Euro per ristrutturare con urgenza la caserma Litta Modignani. E intanto lunedì arriva a Pinerolo, da Roma, il comandante Generale dei carabinieri

Ragazzi che febbrone! Dopo lo scoop di Voce Pinerolese sulla proposta di ripiegamento della caserma Carabinieri di Pinerolo  gli eventi, inutile a dirlo, hanno preso a susseguirsi vorticosamente. (leggi qui i servizi: http://www.vocepinerolese.it/articoli/2015-06-16/anche-carabinieri-vanno-via-da-pinerolo-trasferiti-cumiana-none-rivoli-7312    Ieri , durante una seduta della conferenza metropolitana, il sindaco di Pinerolo Eugenio Buttiero ha incontrato quello di Osasco, reo di voler “scippare” la compagnia Carabinieri di Pinerolo, realizzando in quel comune la tanto agognata sede che consentirebbe agli stessi di offrire un servizio migliore alla popolazione. Il primo cittadino di Osasco Adriano Miglio è stato irremovibile nella sua decisione tanto che, sconsolato, il nostro sindaco “Buttiero” con abile mossa di prestigio, ha improvvisamente tirato fuori dal cilindro la somma di ben 350.000 euro per la ristrutturazione urgente della Caserma Litta Modignani, abbandonata dopo il trasferimento del 1° Reggimento Nizza Cavalleria. Insomma, il sindaco ha accusato il colpo e sta cercando di trovare toppe per salvare il salvabile. Tutti hanno compreso che, questa volta, i carabinieri non scherzano e il richiesto ripiegamento di tutti i militari della compagnia di Pinerolo (ridistribuiti in altre stazioni dei carabinieri ) non è un “bluff”.  Proprio in seguito all’uscita del nostro giornale infatti, il sindaco, il cui consenso è in forte calo per il continuo e inesorabile degrado che ne ha caratterizzato la gestione, è stato oggetto di continue e incessanti pressioni da parte della popolazione, che proprio non si rassegna a veder andar via da Pinerolo anche i Carabinieri. E’ in questo clima di forte incertezza che, dagli ambienti Arma, trapela l’indiscrezione che lunedì il Comandante Generale in persona, da Roma, potrebbe essere in città per capire cosa succede al comando di Pinerolo. Il generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, figura di vertice istituzionale, prima di raggiungere il massimo grado nell’Arma, è stato anche comandante Provinciale di Torino e dunque conosce bene anche la realtà pinerolese. Forse si stupirà un poco nel vedere che malgrado siano passati molti anni da allora, la situazione della Compagnia di Pinerolo, grazie all’incapacità delle amministrazioni che si sono succedute, non è cambiata. Anzi è cambiata sì ma in peggio. Intanto, sempre il sindaco Buttiero, sta preparando un comunicato da inviare agli organi di stampa per spiegare la sua posizione e raccontare la sua verità sulla vicenda.  Nella foto, da sinistra, la caserma “Litta Modignani” già sede del “Nizza cavalleria”, la caserma dei carabinieri di Pinerolo e il comandante generale dell’Arma dei carabinieri Tullio Del Sette. 

Il generale dei Carabinieri Lavacca, da noi intervistato nel 2013, durante il sopralluogo alla caserma “Modignani”, aveva già espresso il suo consenso al trasferimento dei carabinieri in questa struttura. Solo adesso il sindaco Buttiero (dopo le notizie da noi riportate) si attiva... e, come per magia, spuntano 350mila euro.

Qui il video intervista:  http://www.vocepinerolese.it/video/2013-06-18/al-posto-del-nizza-cavalleria-carabinieri-intervista-al-gen-lavacca-3059

 

Massimiliano Puca

Commenti