Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Scandalo caserma carabinieri. Il sindaco rilancia: “Metto 500mila euro!”. Pinerolo

25/06/2015 17:48

di Dario Mongiello

direttore@vocepinerolese.it 

Come anticipato ieri, eccoci, nuovamente, a raccontarvi le news sulla vicenda dello scandalo della caserma dei carabinieri di Pinerolo. Prima di addentrarci nell’argomento del giorno è bene fare un breve passo indietro e ricordare come il 18 giugno scorso Voce Pinerolese aveva – a seguito del nostro scoop – raccontato di come il sindaco Buttiero, preso in contropiede dalle nostre rivelazioni, si era subito detto disponibile a “donare...” 350mila euro per intervenire sulla caserma “Litta Modignani” di Pinerolo. Il sindaco, però, dopo il nostro articolo, ha fatto, rapidamente, retromarcia. “Quali 350mila euro per la caserma. Non possiamo farlo, non è vero, anche perchè la caserma non è di proprietà del comune di Pinerolo. E poi non abbiamo tutte queste disponibilità economiche.” (leggi qui: http://www.vocepinerolese.it/articoli/2015-06-18/caserma-carabinieri-pinerolo-paura-fa-90-sindaco-trova-350mila-euro-modignani-7327).  Adesso arriva la “chicca giornalistica”. Lunedì scorso, il nostro amato sindaco Buttiero, è stato ricevuto dal generale comandante dell’Arma Tullio Del Sette. (leggi qui: http://www.vocepinerolese.it/video/2015-06-22/gendel-sette-caserma-carabinieri-pinerolo-adesso-problema-si-risolve-roma-7349). E’ stato un incontro cordiale ma molto teso. Da una parte c’era il sindaco, che era consapevole di essere in grande difficoltà sull’argomento caserma..., e dall’altra parte della scrivania si ergeva, imponente, sicuro di sé, il generale comandante dell’Arma dei carabinieri, determinato più che mai a non farsi prendere per i “fondelli”. (“Operazione-fondelli” nei confronti dei carabinieri della città, tanto cara al comune di Pinerolo. “Operazione-fondelli” che va avanti da ben tre decenni: tranne quando c’era il sindaco Paolo Covato che una soluzione per la caserma l’aveva trovata. Leggi qui: http://www.vocepinerolese.it/articoli/2015-06-16/anche-carabinieri-vanno-via-da-pinerolo-trasferiti-cumiana-none-rivoli-7312). Su questo argomento è interessante anche questo servizio del 2013 leggi qui: http://www.vocepinerolese.it/articoli/2013-05-30/esclusivo-no-alla-caserma-dei-carabinieri-dopo-nizza-cavalleria-2963

Bene, il sindaco Buttiero, dopo i 350mila euro (poi negati – come sua abitudine -) lunedì ha rilanciato: “offro 500mila euro! Signor generale, siamo disposti a mettere a disposizione per la caserma 500mila euro”. Accidenti cos’è successo? Miracolo a Pinerolo? Paura del generale dei carabinieri? La paura fa nuovamente 90? Ma questi 500mila euro da dove provengono? Da quale voce del bilancio comunale vengono attinti? Forse da sponsor? Quali? Perchè? O, forse, saranno gli incassi provenienti da prossime concessioni edilizie ad hoc per ottenere oneri di urbanizzazione?  Quali? A chi? Mistero.  Dobbiamo ammettere che il sindaco è un po’ sfortunato. Parla troppo senza verificare prima la reale “consistenza” dell’argomento trattato? Un esempio? Il sindaco Buttiero aveva assicurato, già nel 2013, che i carabinieri, nel mese di febbraio del 2014 si sarebbero tutti trasferiti nella caserma “Modignani”. (Leggi qui: http://www.vocepinerolese.it/articoli/2014-02-04/video-non-voglio-fare-carabiniere-pero-4104 ). Fatto mai avvenuto...! I 500mila euro “rilanciati” al generale  faranno la stessa fine dei 350mila di cui già vi abbiamo raccontato? Mistero bis!

Domani pubblicheremo un’altra “chicca giornalistica.” Intanto, lunedì prossimo, alle ore 18, consiglio comunale in sessione straordinaria, voluta, come primo firmatario, dal consigliere comunale di minoranza Marcello Bruera. Si parlerà, ovviamente della caserma dei carabinieri. I cittadini possono partecipare.

Dario Mongiello

direttore@vocepinerolese.it

Commenti