Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Multati alcuni giovani ubriachi sorpresi ad urinare contri i muri di alcune abitazioni.

12/06/2017 16:01

Non abbassare la guardia dinanzi al fenomeno della guida in stato di ebbrezza e dell’abuso di sostanze alcoliche; proprio per tale motivo, ogni venerdì, durante la manifestazione cittadina “aperitivi in consolle” i Carabinieri della Compagnia di Bra, alla guida del Capitano Roberto Di Nunzio, hanno intensificato i controlli, in particolare alla circolazione stradale, con un’incisiva azione di prevenzione e repressione.

I militari dell’Arma hanno attuato – lungo le strade che circoscrivono il centro cittadino - sistematici e capillari servizi di controllo alla circolazione stradale mediante diversi posti di blocco. Il servizio ha permesso di identificare almeno 5 persone che si erano messe alla guida nonostante un tasso alcolico di molto superiore al consentito: P.M., trentacinquenne di origini romene, D.P.A. trentenne residente nel Roero, M.D., cinquantenne di Montà, e M.F. ventiquattrenne di Guarene sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Asti per “Guida in stato d’ebbrezza”; F.G. cinquantenne braidese, invece, rifiutava addirittura di sottoporsi all’accertamento con l’etilometro da parte dei  Militari. Per tutti e cinque, oltre alla denuncia, è scattato il ritiro immediato della patente di guida.

I Carabinieri hanno, inoltre, multato alcuni giovani che, verosimilmente in preda ai fumi dell’alcol, erano stati sorpresi ad urinare contri i muri di alcune abitazioni.

“Il fenomeno della guida in stato di ebbrezza,  - dice il Capitano Di Nunzio - deve essere contrastato con interventi costanti ed incisivi in quanto, spesso, chi si si mette alla guida ubriaco rischia di cagionare gravi danni a se stesso e agli altri; pertanto tale tipo di servizi straordinari di contrasto del fenomeno, verranno ripetuti nel corso dell’intera manifestazione”.

 

 

Commenti