Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Incontro “IMI SCHOOL LAB”: il coraggio di fare la differenza.

12/10/2017 15:25

L’Istituto Maria Immacolata, in collaborazione con La Scuola di Alta Formazione “Educare all’Incontro e alla Solidarietà (EIS)” dell’Università LUMSA di Roma, organizza il convegno di presentazione dell’IMI SCHOOL LAB, all’interno della quale s’inscrive il progetto “Oltre l’aula” sul “Service Learning”, presso la propria sede di Pinerolo (viale Rimembranza, 86), in data giovedì 26 ottobre alle ore 17:30.

IMI SCHOOL LAB è il nuovo modello di scuola lanciato quest’anno dal nostro Istituto, grazie alla collaborazione di importanti partner come la Clinica Dentale Cappellin di Pinerolo, che ha creduto fortemente nel valore del nostro progetto educativo: inclusivo, di qualità, orientato allo sviluppo armonico dei talenti e delle diverse intelligenze degli allievi; una scuola capace di rendere protagonisti gli studenti nel processo di apprendimento; una scuola che educa alla vita, che orienta ed è capace di far intravedere un orizzonte di speranza per il futuro. In che modo? Le risposte sono tante. Un esempio? La prima ora di scuola interamente dedicata a risveglio motorio, lettura dei quotidiani e spiritualità.

I due pilastri dell’IMI SCHOOL LAB sono il Cooperative Learning e il Service Learning. Il convegno sarà dedicato alla presentazione del Service Learning, un nuovo approccio pedagogico che vede gli studenti protagonisti di un servizio alla loro comunità, impegnati a dare risposta a specifici, concreti bisogni del territorio. Con l’obiettivo di far incontrare scuola e vita: toccare questo tasto significa in fondo toccare alle radici le motivazioni allo studio.

Il convegno è aperto alla popolazione del pinerolese, in special modo a tutte le istituzioni, associazioni e cooperative che a vario titolo sono presenti sul territorio e operano nell’ambito dei servizi. «Abbiamo lavorato a lungo all’organizzazione di questo evento e di tutto il percorso dell’IMI SCHOOL LAB, che avrà ricadute positive sul pinerolese. I nostri studenti saranno guidati dai formatori dell’Università LUMSA a cogliere i bisogni del territorio per poi provare, attraverso progetti che partano dalle materie studiate in aula, a modificare in positivo la realtà che incontrano oltre l’aula. Tale approccio realizza compiutamente quella scuola delle competenze tanto voluta dall’Europa e dal Ministero dell’Istruzione», afferma la nostra dirigente Maria Margherita Caporgno.

L’IMI ha imboccato la strada del cambiamento per far sì che i ragazzi siano radicati sui valori umani e cristiani, in grado così di affrontare le sfide della «società liquida» del terzo millennio. Questo è il nostro sogno: una scuola che faccia la differenza e che segni in positivo il cammino di vita dei nostri allievi.

Al termine del convegno, saremo lieti di condividere con i partecipanti un aperitivo offerto dalla Locanda “La Posta” di Cavour.

Commenti