Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Sono operativi gli impegni presi per la candidatura del pinerolese per le olimpiadi invernali?

15/02/2018 13:39
Cosa intende fate il sindaco di Pinerolo Luca Salvai per rendere "operativa"  la candidatura del pinerolese ai giochi invernali olimpici e paralimpici ? 
Questa, e altre considerazioni, sono poste in una interrogazione inviata al Presidente  del Consiglio Comunale di Pinerolo. L'interrogazione è stata presentata dai consiglieri comunali  Luca Barbero, Giuseppino Berti, Pietro Manduca, Mauro Martina e Enrica Pazè.
Questo il testo integrale dell'interrogazione
Premesso che:
1. il Consiglio Comunale di Pinerolo ha approvato nella seduta del 30 gennaio 2018 la Mozione “Apertura di un confronto con il territorio a sostegno della presentazione della candidatura di Torino per i Giochi olimpici e paralmipici invernali del 2026” che impegna l’Amministrazione a:
• Avviare quanto prima un rapido e approfondito confronto con i Sindaci del territorio al fine di iniziare un percorso che abbia come obiettivo l’intraprendere le iniziative utili e necessarie per valutare l’opportunità di sostenere la candidatura di Torino come sede ospitante i Giochi olimpici e paralimpici del 2026 o dei successivi.
• Inviare la presente a: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dello Sport, Regione Piemonte, Città Metropolitana e tutti i comuni della nostra Zona omogenea, Città di Torino, Comuni sede degli eventi olimpici di Torino 2006, Fondazione XX marzo, CONI e Camera di Commercio di Torino.
2. Tra il 7 e l’11 febbraio 2018 l’Assessore Antonio Spinelli ha pubblicizzato (tramite canali informativi diversi) comunicati e/o considerazioni originati dall’approvazione della succitata Mozione. Tali esternazioni tendevano a negare quanto votato dal Consiglio comunale e, in parte, richiamavano altri accadimenti amministrativi e istituzionali non ben identificabili;
3. Seppur l’Assessore Antonio Spinelli alla data ( quella dell' interrogazione  che è antecedente alla pubblicazione su questo sito ndr) risulti ancora in carica (le dimissioni sono infatti protocollate ed efficaci solo a partire dal 12 febbraio 2018)  il Sindaco e la Giunta nella mattina del 10 febbraio 2018 hanno reso noto un Comunicato stampa che al suo interno contiene il seguente passaggio:
“[…] Sindaco e Giunta non sono stati messi al corrente di incontri né di eventuali accordi presi con terzi dall’ex Assessore, che pertanto verranno ritenuti privi di alcun valore politico […].
La combinazione degli impegni assunti e richiamati in premessa, le esternazioni dell’Assessore ancora in carica ed il comunicato di benservito della Giunta Salvai, fotografano un quadro quantomeno contraddittorio oltre che preoccupante. Si coglie infatti, ben più che nettamente, l’impressione di una fase di evidente confusione nell’azione dell’Amministrazione in carica, nonché l’incapacità del Sindaco a gestire la sua Giunta. Se ciò non fosse già sufficiente a generare apprensione ed inquietudine, si deve aggiungere che tale situazione sta mettendo in discussione la credibilità che la nostra Città ha sempre avuto, nelle sue diverse relazioni istituzionali.
Alla luce di quanto sopra richiamato, con la presente, si interroga il Sindaco affinché il Consiglio comunale venga a conoscenza di:
- quali siano gli incontri e gli accordi presi con terzi dall’ex Assessore Antonio Spinelli, così come sopra richiamati, che si devono ritenere privi di valore politico;
- quali siano le azioni già intraprese dal Sindaco e dalla Giunta in relazione alla Mozione approvata dal Consiglio Comunale e richiamata al primo punto della premessa della presente interrogazione.
 
 
Luca Barbero
 
 
Giuseppino Berti
 
 
Pietro Manduca
 
 
Mauro Martina
 
 
Enrica Pazè
 

Commenti