Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Finale International Chambers Music Competition.

13/03/2018 16:22

Grande attesa domenica sera 11 marzo al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, con la sala gremita pronta ad applaudire i vincitori della finale dell’International Chambers Music Competition “Pinerolo e Torino Città metropolitana”, il prestigioso concorso biennale di musica da camera membro della World Federation of International Music Competitions di Ginevra, che ha visto esibirsi tra Pinerolo e Torino alcuni dei migliori giovani musicisti del panorama internazionale.

 

L’ingresso gratuito e la promessa di vivere dal vivo l’emozionante conclusione di una competizione internazionale con un montepremi da 23.000 euro hanno trasformato la finale in un vero e proprio evento.

La prestigiosa giuria aveva ammesso alla finale 6 gruppi, invece dei 5 previsti, per l’altissimo livello dei concorrenti. Il Presidente di giuria Pavel Gililov pianoforte (Russia), insieme a Michael Collins clarinetto (Regno Unito), Thomas Demenga violoncello (Svizzera), Alberto Miodini pianoforte (Italia), Natalia Prishepenko violino (Russia), Danusha Waskiewicz viola (Germania), Marco Zuccarini direttore d’orchestra (Italia), selezionandoli tra i più di 130 musicisti iscritti, con 52 formazioni under 33 di musica da camera provenienti da 29 paesi del mondo - Bielorussia, Brasile, Bulgaria, Canada, Cina, Corea del Sud, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Indonesia, Irlanda, Italia, Lituania, Malesia, Moldavia, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, U.S.A., Ucraina, Ungheria, Uruguay - ha assegnato i seguenti premi:

 

1° premio

 10.000 € - Premio Città di Pinerolo e Torino Città metropolitana

 

 

Trio Kanon: vengono da Italia e Giappone i membri del TRIO KANON, vincitori del 1° Premio Città di Pinerolo e Torino Città metropolitana (10.000 €) dell'International Chamber Music Competition. Lena Yokoyama (violino, Osaka - Giappone), Diego Maccagnola (pianoforte, Cremona - Italia) e Alessandro Copia (violoncello, Torino - Italia). Il Trio nasce nel 2012, scegliendo di chiamarsi con un nome assonante con il Canone, che è anche l’unione di due parole giapponesi: “Ka”, fiore e “On”, musica, letteralmente “musica fiorente”. Il Trio ha studiato con Trio di Parma all’ICMA di Duino, con Lonquich all’Accademia Chigiana, con Beyerle e da Silva alla Trondheim Chamber Music Academy, con Kouyoumdjian, Meissl e Nagy presso Reichenau an der Rax (Vienna) e Wille alla ProQuartet di Parigi. Premiato in concorsi nazionali e internazionali (Rospigliosi, Antonelli, OnStage, Brahms a Pörtschach, Schonfeld di Harbin, Cina), nel 2015 ha vinto il “Chamber Music Award” come miglior gruppo all’Internationale S. Akademie PragWien-Budapest, riconoscimento patrocinato dall’Haydn Institute e dall’Università di Vienna. Si è esibito in numerosi concerti in Italia (Teatro La Fenice, Studi Rai di Trieste, Sala Casella della Filarmonica Romana, Teatro Verdi di Trieste, Palazzo Ducale a Mantova) e all’estero (Inghilterra, Croazia, Austria, Norvegia, Cina e USA). Nel 2017 ha debuttato in Giappone, suonando al Music Salon Amadeus di Kobe, Aqua Cultural Center di Toyonaka e Petit L-Hall di Osaka. Ha inciso per “Amadeus” e per “Movimento Classical” musiche di Beethoven. Il premio è stato consegnato da Francesca Paola Leon - Assessora alla Cultura della Città di Torino, Martino Laurenti - Assessore alla Cultura della Città di Pinerolo e Anna Martin – Consigliera della Città metropolitana, a testimonianza dello straordinario valore che la manifestazione ha saputo raggiungere negli anni, ma soprattutto della forza e dell'importanza di un integrato sistema musicale, capace di attrarre talenti internazionali. Sul palcoscenico del Conservatorio hanno eseguito il Trio in la minore : Modéré di Maurice Ravel.

 

 

2° premio

€ 6.000 "Premio Iren"

DUO FIDELIO: Luiza Labouriau (violino, Rio de Janeiro - Brasile), Nadezda Filippova (pianoforte, Vitebsk - Russia)

 

3° premio

€ 3.000 “Premio Associazione Bianca - Cantalupa”

ALINDE QUARTETT: Eugenia Ottaviano (violino, Terni - Italia), Erin Kirby (viola, Atlanta - U.S.A.), Guglielmo Dandolo Marchesi (violino, Milano - Italia) - Moritz Benjamin Kolb (violoncello, Norimberga - Germania)

 

4° premio

€ 2.000 “Premio Accademia”

OPALIO QUINTET: Eoin Ducrot (violino, Cork - Irlanda), Yongmin Lee (violino, Yttergran - Svezia), Olivier Carillier (viola, Toulouse - Francia), Barbara Warchalewska (violoncello, Poznań - Polonia), Chiara Opalio (pianoforte, Vittorio Veneto - Italia)

 

5° premio

€ 1.000 “Premio Top Casa”

LUX TRIO: Jae Hyeong Lee (violino, Seoul - Corea del Sud), Hoon Sun Chae (violoncello, Incheon - Corea del Sud), Eunyoo An (pianoforte, Yeosu - Corea del Sud)

6° premio (fuori programma)

Un tablet offerto da Bellucci

TRIO PEDRELL: Christian Torres González (violino, Figueres - Spagna), Jordi Humet Alsius (pianoforte, Terrassa - Spagna)

 

Premio speciale “Patrizia Cerutti Bresso” per la miglior interpretazione di una composizione di Schumann o di Brahms Gioiello della linea Dodo Pomellato per ogni membro del gruppo Trio Kanon Lena Yokoyama (violino, Osaka - Giappone), Alessandro Copia (violoncello, Torino - Italia), Diego Maccagnola (pianoforte, Cremona - Italia)

 

Premio del pubblico € 1.000

Trio Kanon: Lena Yokoyama (violino, Osaka - Giappone), Alessandro Copia (violoncello, Torino - Italia), Diego Maccagnola (pianoforte, Cremona - Italia)

 

La serata della finale ha visto protagonista anche il pubblico in sala che, tramite votazione, ha assegnato il Premio del Pubblico. Tra i votanti è stato estratto a sorte il fortunato vincitore del Premio al pubblico, un buono di 200€ per un viaggio a scelta. La serata è stata presentata da Paolo Pomati.

 

Commenti