Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Calcio Eccellenza. CANELLI S.D.S. - PINEROLO 0 - 2

08/10/2018 6:56


CAMPIONATO REGIONALE “ECCELLENZA” – 4^ GIORNATA ANDATA
CANELLI S.D.S. - PINEROLO 0 - 2
Gara combattuta ed affrontata a viso aperto dalle due squadre che hanno dato vita ad un confronto a tratti anche piacevole ma nella quale ha prevalso – finalmente – la maggiore concretezza della squadra biancoblù.
Nel primo tempo il Pinerolo parte bene e mette in difficoltà la retroguardia di casa con un angolo di Bissacco ( al 5° ) sul cui traversone - battuto all’indietro, Caputo calcia a fil di traversa, con un un cross velenoso di Casorzo ( al 9° ) sul secondo palo, sul quale il portiere (Zeggio classe 2000 apparso incerto nelle uscite ) e difensore di casa anticipano di un soffio l’accorrente Porporato ed 13° quando Dalla Costa giunge in leggero ritardo ( in area di rigore nei pressi dell’area piccola ) su una punizione battuta dalla tre quarti dal positivo Gerbaudo. Nei primi 20 minuti il Pinerolo tiene bene il campo al cospetto degli avversari che comunque si dimostrano bravi a disimpegnarsi sin dalle manovre che nascono dalle retrovie.
Successivamente i padroni di casa prendono in mano le redini del gioco e cercano di impensierire la difesa avversaria e nel corso di uno dei diversi attacchi portati avanti dal solito Celeste coadiuvato sulla destra dall’esterno Coppola ( al 24° ) la palla arriva centralmente all’attaccante Bosco che sferra un tiro angolato ma il pallone si stampa sul palo e sulla conseguente ribattuta la difesa pinerolese riesce a liberare.
Nella parte finale di tempo, il Canelli effettua diverse incursioni in area di rigore pinerolese con azioni portate avanti da Celeste, Bosco, Pia e Redi ma le relative conclusioni non riescono nel loro intento di far male sia per imprecisione e sia per la buona fase difensiva messa in atto dalla squadra pinerolese.
Nel secondo tempo, il Canelli sembra partire più convinto ed alza i ritmi di gioco tant’è che mette in difficoltà la retroguardia del Pinerolo con le avanzate sulla destra dei soliti Celeste, Coppola e Pia ( questo a sinistra ) che mettono al centro dei palloni pericolosi sui quali però la difesa e Zaccone fanno hanno fatto buona guardia.
Al 17° il Canelli ha reclamato un calcio di rigore per un presunto fallo in area pinerolese ai danni di Redi ma sul quale il direttore di gara sig. Lazar della Sezione di Ivrea ha lasciato correre.
Ma il Pinerolo anche in questo frangente di sofferenza aveva dato l’impressione di poter pungere e far male in qualsiasi circostanza ed infatti al 21° a seguito di un’azione di attacco svoltasi sino ai limiti dell’area di rigore astigiana, il neo entrato Fiorillo con un tocco di tacco ha liberato in area l’accorrente Bissacco ( lasciato solo a centro area e ritenuto erroneamente in fuorigioco dalla difesa del Canelli ) che con un tiro sul secondo palo, ha superato il portiere Zeggio, firmando così lo 0 a 1.
Al 27° a seguito di una punizione dalla tre quarti di Celeste, l’attaccante di casa Redi ha messo la palla dentro ma il punto è stato annullato per un fuorigioco del medesimo giocatore; al 36° il portiere Zaccone ha compiuto un autentico “capolavoro” respingendo sulla linea di porta un tiro a botta sicura ( una specie di rigore in movimento ) di Azzalin, con successiva “disperazione” dei giocatori e pubblico di casa.

 

Subito dopo il Pinerolo poteva raddoppiare con il neo entrato Gili che in contropiede tre ( Gili stesso, Fiorillo e Gallo ) contro due difensori ha tirato verso la porta ma con un difensore che ha liberato; queste sono state le prove tecniche per il secondo gol del Pinerolo che è avvenuto sempre in contropiede al 41° con il medesimo Gili che una volta arrivato davanti al portiere, lo ha fulminato con secco rasoterra.
La gara è terminata con il Canelli arrembante e proiettato tutto all’attacco e con la squadra pinerolese che si è difesa bene anche se – in ultimo – al 47° un tiro da fuori area di Alasia ha colpito la traversa.
Il Canelli, nonostante il risultato negativo, non ha demeritato nel senso che ha effettuato una condotta di gara positiva e propositiva ma il risultato sostanzialmente ci sembra giusto e premia la squadra di Mister Rignanese soprattutto in virtù di una maggiore compattezza organizzativa ( peraltro i cambi hanno dato la classica “svolta” alla gara con maggiore linfa di energie e di compattezza, con gli innesti di Fiorillo, Gili, Dedominici e Gallo ) e ritrovata concretezza sotto porta; una squadra che oggi – in buona sostanza - ha saputo soffrire e gestire i momenti delicati della gara e poi ha saputo approfittare e trasformare le occasioni create al momento opportuno.
Prossima gara sarà quella in casa di domenica prossima con il Moretta, nella quale sarebbe opportuno e necessario “espugnare” il Barbieri dato che nelle prime due gare casalinghe il Pinerolo ha rimediato due sconfitte.
Foxtrot

Commenti