Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Il post M5S contro i sindaci pinerolesi? L'ho scritto io; Salvai non c'entra.

21/12/2018 20:12
Essendo stato additato come responsabile del post M5S/Sindaci SI TAV mi prendo volentieri questa responsabilità, lasciando fuori il Movimento Cinque Stelle Pinerolo di cui il Sindaco di Pinerolo fa parte. A scanso di equivoci concordo al 100% con quanto scritto da Luca nella sua lettera aperta.
 
Ne approfitto per fare un paio di considerazioni, diversamente dal mio Sindaco, su un piano squisitamente POLITICO. Esattamente come politico è stato il precedente post ed anche il voto dei Sindaci in Città Metropolitana a favore della nuova linea Torino Lione, origine della diatriba.
Che i Sindaci col loro voto rispondessero ad una precisa chiamata alle armi da parte dei partiti di riferimento è provato dai seguenti dati.
Dal 2016, con la nuova Amministrazione, in CM sono avvenute 5 votazioni per l'approvazione dei rendiconti e per i bilanci di previsione, ossia gli strumenti con cui si allocano le scarse risorse.
I verbali riportano che la presenza media al voto è stata di 101 presenze su 316 comuni, ossia assenza del numero legale, tanto che si è dovuto modificare lo statuto eliminando questo limite. Le presenze medie scendono a 86 se si esclude la prima assemblea con la novità per la nuova Sindaca.
Per “il voto sul TAV” i votanti erano stati 191, ossia il doppio della normalità. Una chiara prova di forza, del tutto legittima, ma POLITICA.
 
Se mai spulciaste nei verbali trovereste ben DIECI Sindaci pinerolesi che non hanno MAI avuto il tempo di recarsi al voto su questioni che riguardano il loro territorio, ma per il TAV erano presenti. Altri 5, esaurita la curiosità della prima assemblea, non si sono più fatti vedere, salvo ricomparire per il TAV. E curiosamente fra questi 15 ci sono i più “indignati” dal post incriminato.
 
Cosa voglio dire con questo? Che questi Sindaci si disinteressano del loro territorio? Che sono dei cattivi Sindaci?
 
No. Non ho nessun elemento e nessun titolo per sostenerlo e nemmeno mi interessa farlo. Per quanto ne so potrebbero essere benissimo degli ottimi Sindaci, giudizio che esprimeranno democraticamente i loro concittadini. Dirò di più: so perfettamente che in molti comuni, in particolare quelli piccoli, fare il Sindaco è un'azione di puro e faticoso volontariato semigratuito che ormai nessuno vuole più fare.
 
Semplicemente qui stavano facendo un altro mestiere, stavano facendo il mestiere di POLITICO.
 
E se l'ambito è quello POLITICO, il Movimento 5 Stelle di Pinerolo, ha tutta la legittimità di criticare. Anche perché le risorse impegnate per la nuova linea Torino Lione potrebbero essere spese in maniera molto più proficua in uno dei mille problemi di cui soffre la mia Città.
 
E poi è ora di finirla con la balla che “il TAV ce lo paga l'Europa”! L'Europa ci finanzia il 40% della tratta internazionale (il tunnel) ossia 4,1 dei 9,6 MLD: della restante parte del costo del tunnel il 58%  - 3,3 MLD più l'intera tratta italiana da Bussoleno a Torino per 4,6 MLD è completamente a carico del contribuente italiano! E mi sto riferendo alle cifre dei preventivi ufficiali, la cui attendibilità è nota a tutti.
 
Avete presente quali e quanti investimenti per il territorio (pinerolese, torinese, padano, italiano) si possono fare con 8 miliardi di €?
 
Avete presente che alla produzione industriale nella provincia di Torino basta e avanza la linea attuale, peraltro ammodernata nel 2012, con una capacità sfruttata al 10% e che non sarà certamente un DOPPIONE di linea ad invertire le sorti della crisi locale?
 
Avete presente che con quell'importo speso per una grande opera (che impiega grandi capitali ma poco lavoro) si creano centinaia di posti di lavoro mentre con lo stesso ammontare speso in manutenzione o investimenti diffusi si dà da lavorare a migliaia di persone? Non sono numeri, sono persone, magari Vigonesi, Pinerolesi di Torre Pellice o di Perosa Argentina!
 
In conclusione non mi interessa criticare la bontà dell'operato di altri Sindaci per i quali porto il rispetto che è loro dovuto come Istituzioni e come donne e uomini che si impegnano per la propria comunità. Se, nonostante il tono ironico, quel post è stato interpretato come critica sul loro operato non ho problemi a chiedere scusa.
 
Se però le stesse persone con la loro azione POLITICA contribuiscono a sperperare preziose risorse che questo territorio sofferente potrebbe utilizzare meglio, è un preciso diritto criticarli.
 
Lo farò aspramente anche in futuro, per quanto fastidioso possa risultare.
Pittau Nella foto di Dario Costantino

Commenti