Facebook Twitter Youtube Feed RSS

TAEKWONDO PASSAGGIO CINTURA. CHIUDE STAGIONE AGONISTICA IL TEAM MULE’

21/12/2018 10:10

 

 Questa manifestazione, patrocinata dal comune, vede terminarsi un anno che ha dato grandi soddisfazioni, per l’associazione sportiva dilettantistica Team MULE’, società di Taekwondo tradizionale, diretta dal suo presidente Alfredo MULE’. Ricca di grandi novità, dagli sponsor ai risultati agonistici sportivi. Domenica 16 Dicembre, presso il centro polisportivo di “Tetti Rosa”, si è svolta la tradizionale sessione invernale degli esami per il passaggio di Kup (grado della cintura). Tutti gli atleti delle palestre di Vinovo e Torino, che sono stati chiamati in causa, sono stati giudicati dal loro direttore tecnico M° Flaim Alberto (ex coach della nazionale italiana) appositamente arrivato da Trento. Il test d’esame, ha avuto inizio non prima delle calorose parole del Sindaco Gianfranco Guerrini e del Vicesindaco Francesco Cerulli. Il programma composto di prove fisiche, verifica della conoscenza dei Tul (ovvero forme per il conseguimento della cintura successiva), prove di potenza, con rottura di tavolette attraverso tecniche di pugno, mani e piedi, saltati e non. Al termine gli atleti si sono cimentati nel combattimento sportivo, e nella Self Defence, contrapposti tra loro. Nello specifico i bambini del corso Tigers (dai 3 ai 10 anni) hanno invece sostenuto un esame sotto forma di saggio, coordinandosi perfettamente attraverso un percorso ad ostacoli che ha saggiato le loro capacità motorie, superandolo tutti brillantemente, sotto lo sguardo attento di genitori e parenti, che li hanno incitati con calorosi applausi. Anche per loro, ci sono state tecniche di rottura ma con tavole di polistirolo e lotta a terra. Tutto l’esame svolto, brillantemente spiegato, dalla voce ufficiale della squadra, il vocalist Fabrizio Carbone. Il loro maestro, terminati gli esami, ha elogiato tutti gli atleti per il brillante passaggio di cintura, in particolar modo a Matteo Longo e a sua madre Barbara, arrivati direttamente da Zurigo, per sostenere l’esame, questo a testimonianza che il vero sport, regala momenti di unione. Questa disciplina, tra le arti marziali, è quella che appassiona, giorno dopo giorno, sempre più persone. Dai piccoli ai grandi, ad ogni modo si deve fare i conti con il cambio generazionale, vale a dire, mentre una volta gli allievi “storici” erano una sicurezza, ora si preferisce stare si in gruppo, ma davanti ad un gioco elettronico. Come si può ben apprendere dalla giornata di oggi, la maggior parte di loro, sono cinture gialle, la prima in ordine di crescita. Credo fortemente in questo sport che punta, anzitutto, alla riscoperta della propria dimensione, interiore. Afferma Alfredo MULE’ – continua - capisco questo che sia un valore che sta andando a scemare, ma allo stesso tempo cerco di portarlo avanti lo stesso. Infatti, ogni esaminato, oltre la cintura e il diploma, ha avuto un piccolo pensierino di Natale, una sacca in nylon, un portachiavi, un penna touch, per incentivarli sempre di più a dare il massimo in ogni allenamento, perché è li che si vince, in gara si va per ritirare le medaglie. 

Commenti