Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Criticata la presenza “LaAV” a “L’Italia che resiste”. Pinerolo

04/02/2019 14:41

La manifestazione “L’Italia che resiste”, che si è svolta il 2 febbraio scorso, anche in alcune città del pinerolese, ha creato dei profondi malumori in alcuni associati pinerolesi dell’Associazione LaAV, del circolo di Torre Pellice. (“LaAV” è un movimento di volontari per la lettura che nasce all'interno dell'Associazione Nausika). Il motivo di questo malcontento nasce dal fatto che la manifestazione del 2 febbraio aveva, secondo alcuni iscritti, un chiaro riferimento e scopo politico e per tale ragioni non rispettoso dello statuto dell’associazione. Nello statuto si legge: “Non fanno parte dell'azione di LaAV e non è possibile usare il nome e il logo di LaAV: letture a fini commerciali (eccetto il caso di accordi nazionali di sponsorizzazione del movimento), letture in occasione di manifestazioni politiche o religiose (salvo diversa valutazione del coordinamento nazionale o in relazione a scopi e finalità specifiche legate alla mission di LaAV)”.  Dunque la presenza della “LaAV” circolo di Torre Pellice, a “L’Italia che resiste” nei comuni di Angrogna, Torre Pellice, Luserna San Giovanni e Pinerolo, ha snaturato e “violato”, secondo alcuni iscritti, la finalità e lo statuto.  Proprio per queste ragioni c’è chi ha rinunciato a far parte della “LaAV”.

Nella foto (da Facebook) la manifestazione a Torre Pellice.

Commenti