Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Dialogo tra religioni al Liceo Scientifico "M. Curie". "deserto, luogo dell'esodo.

27/02/2019 21:01

 

 TUTTE LE FOTO NELLA FOTOGALLERY

Il 20 febbraio 2019 si è tenuta, presso il Liceo Scientifico statale Marie Curie, una tavola rotonda volta alla trattazione della tematica del deserto come luogo dell’esodo. L’incontro è iniziato con la presentazione del concetto di deserto a cura degli organizzatori, gli alunni della classe V^Dnr, seguito da un confronto dialettico incentrato sullo stesso tema e portato avanti  dai tre ospiti presenti: Maria Teresa Milano, docente esperta di cultura ebraica, Angelo Fracchia, insegnante di religione cristiana, e Ahmed Abdullahi, migrante di religione islamica sopravvissuto al deserto. Si sono delineate tre interessanti e differenti concezioni: luogo del mistero, luogo dell’accettazione della propria fragilità e di ciò che è realmente essenziale, luogo iniziatico come punto di partenza per un nuovo inizio. Proseguendo l’attenzione si è spostata sull’analisi di una delle caratteristiche distintive delle distese desertiche: il silenzio. Mentre nella religione ebraica esso permette la predisposizione all’ascolto, in quella cattolica si potrebbe interpretare come slancio di fiducia nei confronti di un Dio che talvolta sembra non dare risposte e, infine, potrebbe rappresentare, per chi lo sperimenta, la condizione ideale per distinguere i valori ritenuti importanti per cui lottare, come la solidarietà e la fede. Il dialogo tra i diversi contesti religiosi è stato ulteriormente arricchito dalle importanti testimonianze di vita del giovane musulmano che si è ritrovato a dover affrontare il deserto come luogo fisico, riscoprendo la forza della fede e il valore della speranza.

 Luvi Moioli 

Michela Daraio

Commenti