Facebook Twitter Youtube Feed RSS

A Paolo Jahier, la Guardia di Finanza ha posti i sigilli nella casa di corso di Torino. Pinerolo

14/03/2019 17:38

Per Paolo Jahier, imprenditore pinerolese, finito ancora una volta nei guai con la giustizia a seguito di una condanna (nel 2018) a oltre tre anni per bancarotta fraudolenta, continua a far parlare di sé. Oggi, 14 marzo 2018, gli uomini della guardia di finanza, si sono prima presentati (vedi foto) nei locali già sede del “Macumba” a Pinerolo (diventati poi luogo di commercio di auto), poi nell’alloggio di corso Torino ove abitava l’imprenditore. L’alloggio era, negli anni scorsi, sede degli uffici di Beniamino Costantino. Locali messi all’asta e comprati, guarda il caso, da una società nella quale era presente anche Ermanno, padre di Paolo Jahier.  L’alloggio di corso Torino 84 è stato oggetto di sequestro cautelativo a seguito di disposizioni del tribunale di Torino. Per Paolo Jahier le vicende giudiziarie non sono finite qui poiché sono in corso indagini con l’ipotesi di reato di riciclaggio.

Commenti