Facebook Twitter Youtube Feed RSS

"Ho paura. Ho diritto alla tranquillità e sicurezza". La denuncia contro i parcheggiatori abusivi

17/09/2019 11:49

.

.

Z

 
Un cittadino di Pinerolo scrive una lettera a Voce Pinerolese  (redazione@vocepinerolese.it ) ove denuncia l'assillante E minacciosa presenza dei "parcheggiatori abusivi" in piazza Terzo Alpini a Pinerolo.
Questo il testo della lettera.
"Buonasera, mi chiamo V. Leonardo, cittadino residente nella Città Metropolitana di Pinerolo.
Sono qui con la presente a scrivervi per segnalare/denunciare la presenza ormai costante di soggetti extracomunitari che nel in piazza, indistintamente al mattino, piuttosto che pomeriggio, si arrogano la veste di "parcheggiatori abusivi". 
Orbene, sappiamo che detta Piazza è ormai uno dei pochi luoghi rimasti, ove poter lasciare veicoli senza vincoli di orario nè di costo, ancor più per fortuna, in prossimità del Centro Storico di cui noi Pinerolesi, possiamo vantarci.
Ebbene, nonostante ciò però io - come altri cittadini - ogni qualvolta mi sono trovato a parcheggiare senza gli anzidetti "pensieri" legati ad orari o denaro da corrispondere, ho dovuto fare i conti invece con la PAURA di personaggi che si avvicendano in prossimità dell uscita dal mezzo parcheggiato, effettuando richieste di denaro, od offerte, o "qualche soldo per mangiare" (come dicono loro).
Paura, sì, timore anche; di avere ritorsioni al veicolo al ritorno, per il non avergli corrisposto nulla.
Credo siano un diritto sicurezza e tranquillità  nelle quali ci si deve muovere in un paese; ebbene io, in virtù di ciò che vivo in Piazza degli Alpini,  non mi sento nè tranquillo nè tantomeno sicuro.
Ho esposto ad una pattuglia della Locale Polizia il fatto, mi hanno detto che vengono fatti servizi mirati anche unitamente a personale dell Arma dei Carabinieri, ma è altresì ovvio che questi personaggi, alla loro vista, specie se i servizi sono svolti con autovetture con colori d Istituto si allontanano per tornare quando le pattuglie se ne vanno.
Non spetta a me, pianificare, organizzare "l'intelligence" di come operare nei confronti di queste persone, tuttavia quale cittadino, chiedo sicuramente il diritto alla serenità che invece, allo stato attuale lamento.
Suggerisco altresì di non finalizzare al solo sabato mattina i servizi mirati per reprimere il fenomeno, ma estenderlo "a sorpresa" durante tutta la settimana. Certo di un riscontro, distintamente saluto ed anticipatamente ringrazio".
Leonardo V. 
 
 

Commenti