Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Banca del Piemonte. Rientro dei cervelli: rafforzato il private banking con due giovani manager

07/04/2021 17:33

Rientro dei cervelli in Banca del Piemonte: rafforzato il private banking con due giovani manager da Singapore e Lussemburgo

In queste settimane Banca del Piemonte sta rafforzando la Rete Private Bankers con l’inserimento di due giovani manager provenienti da lunghe esperienze all’estero.

Giuseppe Corcelli, romano, 36 anni, Laurea e Master of Science con Lode in Metodi Economici e Quantitativi all’Università di Roma Tor Vergata; Master of Science in Wealth Management alla Singapore Management University. Giuseppe ha lavorato per sei anni in Leonardo tra Roma e Jakarta con il ruolo di Corporate Finance Manager, per poi entrare come Investment Advisor nel 2017 nel Natura Green Investments Inc., Family Office con un diversificato portafoglio di investimenti e sedi a Singapore e New York.

Gianluca Quaranta, torinese, 30 anni, Laurea Magistrale con Lode e Dignità di Stampa in Economia all’Università di Torino, dopo esperienze in grandi gruppi bancari a Dublino e Londra, ha lavorato da gennaio 2018 in Pictet Wealth Management Lussemburgo, prima come Private Banking Assistant e successivamente come Client Relationship Officer nel settore Private Banking & Wealth Management per HNWI.

Entrambi si inseriranno nella Direzione Commerciale, la cui Responsabile è il Direttore Centrale Giovanna Crescenzo e dove già operano 32 consulenti Private e Premium.

Banca del Piemonte

Banca del Piemonte è una storica banca privata e indipendente di origine torinese, facente capo alla famiglia Venesio, attiva direttamente in banca con esponenti di terza e quarta generazione.

Opera in Piemonte e Lombardia con 40 filiali e 60 Consulenti per Famiglie e Imprese, è attiva nel Corporate e Private Banking, Wealth Management, oltre al Commercial Banking.

Al 31 dicembre 2020 ha una raccolta, comprensiva di amministrato e gestito, pari a 4,3 miliardi di euro, prestiti a famiglie e imprese per 1,4 miliardi di euro; con un Common Equity Tier 1 Ratio consolidato del 17,4% e un rapporto NPL netti su impieghi del 2,3% è una delle più solide banche europee.

 

Commenti