Facebook Twitter Youtube Feed RSS

50°anniversario “Badia Corale Val Chisone”. Pinerolo.

02/12/2017 21:00 - 09/12/2017 17:00

Da cinquant’anni insieme per cantare la nostra terra, a raccontare le storie della gente che ha popolato questo nostro angolo di Piemonte in cui sono saldamente ancorate le radici della nostra cultura.

Il 29 luglio 1967 il primo Concerto della “Badia Corale Val Chisone” , il 2 dicembre 2017 quello per celebrare 50 anni di vita del nostro coro; tra queste due date la nostra storia, la storia di un gruppo di giovani che già praticavano il canto alpino nel seno dell’associazione alpinistica Giovane Montagna di Pinerolo, ma che decidono, nel 1967 appunto, di fondare la “Badia Corale Val Chisone” per acquisire una propria autonomia, affermare i valori civili che appartengono alla storia e al territorio e arricchire il repertorio attingendo dalla tradizione locale.

Il nome scelto “Badia Corale Val Chisone” allude a quelle compagnie medioevali, dette “badie dei giovani” o “abbazie dei folli”, che badavano alla difesa del paese ed al governo delle tradizioni e delle feste. Lo scopo che ci si propone è quello di cercare, registrare, trascrivere, e soprattutto imparare e cantare le vecchie canzoni, che già allora quasi più nessuno ricordava. E per questo si risalgono le vallate alla ricerca di testimoni, Aldo Richard, Susanna Grill, Emilio Peyronel, Esther Bourlot Guiot e tanti altri; si consultano i vecchi quaderni di famiglia compilati con cura per non dimenticare e mentre la ricerca sul territorio offre i primi frutti, cresce la consapevolezza di essere i testimoni di musiche, lingue e storie che hanno segnato l’identità e la cultura di una terra, la nostra.

Ben presto si abbandona l’usuale divisa da coro alpino per indossare il vecchio e dimenticato costume delle Valli e, nel 1970, si affiancano alle voci maschili quelle femminili. I canti in piemontese, francese, provenzale alpino (occitano) e franco-provenzale, lingue della storia e della civiltà montanara, colpiscono gli spettatori risvegliando in loro ricordi e suggestioni antiche.

E poi prendono vita nuove forme espressive grazie all’arrangiamento strumentale delle canzoni popolari valligiane: chitarra, flauti dolci e percussioni, cromorno e dulzaina, galoubet-tambourin, ed épinette des Vosges, ghironda, violino e organetto si alternano ad affiancare di volta in volta le voci dei cantori.

Nel 2006 la “Badia Corale Val Chisone” affronta l’esperienza teatrale, infatti in occasione delle celebrazioni del terzo centenario dell’Assedio di Torino, viene allestito il concerto-spettacolo “Tutto cominciò la mattina del 13 maggio 1706... La battaglia di Torino e le guerre del '700 nel canzoniere delle valli alpine occidentali”. A questo allestimento fanno seguito, nel 2007, “40 anni a cantare la nostra terra” per ricordare il  quarantesimo di fondazione del coro e, nel 2012, “Addì 17 marzo 1861 nasce l’Italia” per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Questi concerti-spettacolo sono stati interpretati esclusivamente dai coristi della “Badia Corale Val Chisone”che per la drammatizzazione dei quadri della vita quotidiana, di cui si racconta nei canti proposti, sono diventati attori.

Per questo vi invitiamo a venire sabato 2 dicembre 2017 alle ore 21,00 presso la Chiesa S. Domenico - Piazza Marconi, 1 a Pinerolo; vi offriremo le nostre canzoni con la speranza di riuscire a farvi partecipi di quell’emozione che sentiamo nel cantarle.

Sabato 9 dicembre 2017 alle ore 17,00 presso il Museo Civico Etnografico di Pinerolo, Piazza Vittorio Veneto 8, inaugureremo una mostra fotografica che racconta attraverso le immagini la nostra avventura. La mostra rimarrà aperta fino a domenica 25 febbraio 2018 con il seguente orario: sabato ore 16,00 / 18,00 – domenica e festivi ore 10,30/12 – 15,30/18,00.

Commenti