Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Il "Porporato" ha compiuto 150 anni.

 

Sabato scorso, 10 novembre, la scuola del liceo “Porporato” di Pinerolo ha festeggiato il suo centocinquantesimo compleanno. Una giornata colma di piacere e gratitudine riguardo a questa scuola e a chi l’ha rappresentato e lo rappresenta tuttora. Vi erano presenti circa duecento persone. Ad accogliere gli invitati a questa festa è stata proprio la preside Maria Teresa Ingicco.  ''Questo secondo me è un compleanno fondamentale e preziosissimo –afferma la dirigente scolastica Ingicco - per far vivere la scuola in un'unica istituzione e anche per far venire un po’ di orgoglio ai ragazzi e a tutti a quelli che ci vivono e ci lavorano. E’ una grande occasione per tutti noi anche per scoprire la scuola, per impararne la storia, e per sapere la storia del nostro paese attraverso essa. Penso di essere stata molto fortunata di aver avuto questa possibilità ed anche molto fortunata ad essere in una scuola in cui credo moltissimo. Il “Porporato” ha un'offerta formativa di grande qualità che è nota all'esterno e che è importante valorizzare con un grande orgoglio''.  A contribuire a questa calorosa accoglienza vi erano i nuovi rappresentanti d'istituto: Valentina Paradiso, Stefano Francia, Francesca Borgarello e Saimon Scaglia. ''Premetto che sono l'unico rappresentante che frequenta l'indirizzo delle scienze sociali, - precisa Saimon Scaglia - e per me questo è un motivo d'orgoglio. Ho presentato la mia candidatura per rappresentare il medesimo indirizzo, che è sempre un po’ sottovalutato. Il nostro obiettivo è quello di creare l'ambiente scolastico simile all'agorà greca, ossia un luogo di ritrovo, per scambiare opinioni, discutere, e quindi permettere agli studenti di avere un ruolo superiore ed un'interazione maggiore con i professori. Vogliamo portare gli studenti a partecipare attivamente.  Durante la manifestazione dell’anniversario sono stati molti gli apprezzamenti espressi dai presenti. Chi è intervenuto, come l’ex preside Salvai, ha voluto ricordare anche chi ha frequentato il “Porporato” e tra questi anche giovani ragazzi e ragazze che hanno condiviso la lotta partigiana. Senza dimenticare chi ha avuto un successo professionale. La scuola “Porporato” prosegue il suo cammino proiettata nel futuro, utilizzando anche i nuovi strumenti tecnologici, e non solo attualmente presenti.

Uno dei nostri progetti –prosegue Saimon Scaglia - è il formare un sito web dentro il quale vi saranno vari tipi di argomenti come il giornalismo, l'organizzazione di eventi, l'incontro professori - studenti. Quindi portare la scuola ad un livello più telematico. Io frequento questo istituto da solamente due anni e trovo che il “Porporato” sia il migliore, anche da un punto di vista umano, rispetto ad altre scuole superiori di Pinerolo. C'è molto più dialogo, ed io apprezzo molto tutto ciò perché ha saputo fornirmi basi culturali eccellenti ed anche un ambiente in cui star bene.''

Hanno partecipato a quest'importante festa l'illustre Domenico Chiesa, i precedenti presidi, ed altri importanti professori anche esterni alla scuola. Un “apprezzato” banchetto ha arricchito l'animo festoso di tutti i presenti. Una seguente esibizione lirica di una ex alunna ha incantato la folla, ed è stato anche un modo per manifestare la malinconia nei riguardi dell'insegnamento della musica esonerato dai programmi scolastici. La festa si è prolungata durante tutta la giornata, ed un concerto di alunni nella serata ha sbalordito i partecipanti!

Nelle foto alcuni momenti della manifestazione e non potevano mancare i collaboratori scolastici.

Nicole Coia