Facebook Twitter Youtube Feed RSS

L'attore palermitano Luigi Lo Cascio.

29/07/2019 19:00
"Sabato 27 luglio scorso, eccezionalmente presso il Teatro Incontro (per il maltempo), per la rassegna "Borgate dal vivo", di fronte ad una sala gremita ed entusiasta, si e' esibito l'attore palermitano Luigi Lo Cascio.
Accompagnato da due ottimi musicisti, il clarinettista Dino Gori e il contrabbassista Massimo Moriconi, l'artista ha proposto una "concertura", ossia una lettura musicale a partire dal suo romanzo "Ogni ricordo un fiore" (edito da Feltrinelli).
Lo Cascio ha spiegato come la passione per la scrittura si fosse palesata sin dagli anni di studio d'Arte drammatica, a Roma, quando gli capito', per esempio, di redigere riscritture di alcune tematiche caratterizzanti i grandi classici teatrali (come quello della guerra nelle tragedie greche). A questo "stordimento" di fronte alla bellezza immensa della letteratura teatrale fece seguito, piu' di recente, una sorta di "febbre" che lo indusse a scrivere un gran numero di incipit. Giunti poi a diventare romanzo, appunto, coesi attraverso la figura del protagonista, autore frustrato, capolavoro di incompiutezza. 
Gli incipit, introdotti o commentati da brani musicali (adattati o composti ex novo), sono relativi a tematiche diverse ed universali: la morte (del padre o dell'amato), la montagna
[13:43, 29/7/2019] Prof Villar Monica Gabriele Giornalista: (come espansione di se'), la guerra (e la devastazione che, ed indifferentemente invariabilmente causa in case corpi vite menti), la sanita' in Italia (attraverso una situazione grottesca e surreale, ancorche' autentica, perche' occorsa dall'attore stesso).
Lo Cascio, gia' noto come artista sensibile, svela una prosa ricca, sapiente, sontuosa e dolente come l'amata Sicilia, che seduce, commuove e diverte".
Monica Gabriele

Commenti