Facebook Twitter Youtube Feed RSS

Rinnovata la convenzione istitutiva del Centro di Ricerca Interuniversitario "Scienza Nuova"

20/09/2023 17:43

Rinnovata la convenzione istitutiva del 

Centro di Ricerca Interuniversitario "Scienza Nuova"

 

Politecnico di Torino e Università di Torino confermano l'impegno a partecipare alle attività del Centro per promuovere la ricerca scientifica su temi che coinvolgono aree disciplinari e tematichedifferenti, con un focus dedicato al rapporto tra tecnologie digitali e scienze umane

 

 

Il Politecnico di Torino e l'Università di Torino hanno siglato oggi l'accordo per il rinnovo della convenzione istitutiva del Centro di Ricerca Interuniversitario "Scienza Nuova", fondato nel 2019 allo scopo di comprendere la trasformazione digitale e progettare la formazione di figure professionali con le adeguate competenze. Alla base del progetto condiviso, la volontà di favorire una reciproca interazione tra le discipline delle Scienze dell'Uomo e della Società e la Cultura politecnica, continuando lacollaborazione in attività di interesse scientifico comuni.

 

Con questo rinnovo i due Atenei si impegnano, in continuità con gli anni precedenti, a fornire un ambiente di studio favorevole allo svolgimento di ricerche nazionali e internazionali che rispondano ai requisiti di innovazione, sostenibilità ed interdisciplinarità che caratterizzano la missione del Centro Interuniversitario "Scienza Nuova". Università e Politecnico di Torino si propongono inoltre di ideare e attuare linee di ricerca congiunte tra gli Atenei e il mondo delle imprese, delle istituzioni e dei corpi intermedi, così da intercettare le nuove esigenze della società contemporanea. Grazie alla convenzione, i due Atenei parteciperanno a bandi competitivi con progetti di ricerca ad alto contenuto interdisciplinare, tanto umanistico quanto tecnologico, con l'obiettivo di attrarre fondi pubblici, nazionali e internazionali.

 

Il Centro si pone l'obiettivo di orientare la transizione politica ed economica nei settori del lavoro, dell'ambiente e delle generazioni future attraverso la ricerca e una valorizzazione dei dati alternativa, ma complementare, a quella attuata dalle piattaforme commerciali. Le attività portate avanti saranno quindi finalizzate alla formazione di nuovi profili di ricercatori, con competenze tanto tecnologiche quanto umanistiche e con una nuova visione del ruolo della ricerca, delle sue modalità attuative e delle complessità politiche e sociali di riferimento.

 

Università di Torino e Politecnico di Torino trasferiranno i risultati raggiunti dal Centro sul territorio con pratiche di intervento e innovazione a livello sociale, culturale e tecnologico, in accordo con le istituzioni politiche locali e nazionali, con lo scopo di contribuire a sviluppare una nuova vocazione culturale e industriale della Città di Torino e conferirle, al contempo, una visibilità internazionale conforme al suo potenziale.

 

Attraverso questa nuova convenzione, i due Atenei si impegnano a supportare specifiche iniziative di formazione come l'organizzazione di workshop, la costituzione di relazioni accademiche internazionali e collaborazioni con enti, istituzioni  e centri di ricerca, la promozione di momenti di confronto e scambio di conoscenze attraverso attività di laboratorio, gruppi di lettura, riunioni scientifiche e il coinvolgimento di studiosi e studiose internazionali in linee di ricerca che adottano approcci e prospettive transdisciplinari.

 

Il Centro Interdisciplinare "Scienza Nuova" prevede il coinvolgimento di tutti i Dipartimenti del Politecnico di Torino, e dei Dipartimenti di Filosofia e Scienze dell'Educazione; Psicologia; Culture, Politica e Società; Management; Giurisprudenza; Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne; Scienze Cliniche e Biologiche; Studi Umanistici; Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi; Scienze Agrarie, Forestali ed Agroalimentari; Informatica e Studi Storici dell'Università di Torino.

 

Il Rettore del Politecnico Guido Saracco ha commentato: "abbiamo rinnovato la convenzione perché crediamo fortemente nell'importanza del messaggio che il Centro Interuniversitario Scienza Nuova veicola, e che coincide con la nostra idea di rinnovamento della Ricerca Scientifica, che non può prescindere dal costante confronto e dialogo con le scienze sociali. Saper valutare le conseguenze e le implicazioni della tecnologia sulla società civile deve essere uno skill imprescindibile per i nostri studenti".

 

"Scienza Nuova – ha dichiarato il Rettore dell'Università di Torino, Stefano Geuna - costituisce ormai un punto fermo sul quale abbiamo costruito le strategie di collaborazione tra l'Università e il Politecnico di Torino sul piano della ricerca. Il rinnovo della convenzione è la conferma del valore di un progetto che ha saputo cogliere le opportunità dell'integrazione tra approcci e discipline diverse, ovvero tra scienze umane, sociali e culture tecniche e tecnologiche, per affrontare i nodi della complessità avanzati dalle transizioni digitale e green. Servivano luoghi altri rispetto a quelli delle rispettive competenze disciplinari nei quali favorire lo scambio e il confronto, spazi neutri e neutrali dove sviluppare pratiche di pensiero e lavoro intellettuale e con Scienza Nuova li abbiamo resi disponibili.  L'obiettivo che ora bisogna continuare a perseguire è quello di formare figure sempre più crossdisciplinari, in grado di sperimentare nuovi approcci e di esplorare nuovi campi della scoperta e della conoscenza. È così che Scienza Nuova continuerà a potenziare il suo ruolo di laboratorio di idee, dati, esperienze, proponendosi come un volano d'innovazione culturale funzionale ad immaginare e accompagnare la città e il territorio verso nuovi punti d'approdo".

Foto: da sinistra  Geuna e Saracco 

Commenti